FESTIVAL PUCCINI 2014

Il Festival Puccini propone dal 25 luglio al 30 agosto 2014 un cartellone lirico di grande richiamo all’insegna della musica del maestro Giacomo Puccini. Quest’anno il festival di Torre del Lago celebra il suo 60° anniversario.

Pagina-GeneraleBuon Compleanno Butterfly  25 luglio, 1,8,16,24 agosto

110 anni dalla prima rappresentazione dell’opera Madama Butterfly saranno celebrati con un nuovo allestimento che porta la firma di un grande protagonista della storia dell’opera italiana: Renzo Giacchieri  a cui sono affidate scene, costumi e regia dello spettacolo.

Sul podio la raffinata bacchetta di Daniel Oren  a cui si alternerà  nella data del 24 agosto Francesco Ivan Ciampa.  

Si alterneranno nel ruolo dell’eroina pucciniana tre grandi interpreti di questo personaggio: Micaela Carosi, Amarilli Nizza e Silvana Froli. Pinkerton un giovane in gran carriera,  al suo debutto nel ruolo,  il bravissimo tenore  Rame Lahaj nato a Istog in Kosovo , mentre   Sharpless  sarà Giovanni Meoni e  Suzuki , Renata Lamanda

Il Cinema all’Opera. La Bohéme 26 luglio , 2, 10, 15, 22  agosto

La Bohème diretta da uno dei  più grandi registi del  Cinema Italiano: Ettore Scola che celebra, con la  60.a edizione del Festival Puccini i suoi 50 anni di gloriosa carriera. Una firma quella di Ettore Scola per una lettura nuova e diversa del capolavoro pucciniano la Bohème, il titolo d’opera in assoluto più rappresentato al mondo. Con Ettore Scola, le scene dell’ amico e collaboratore di sempre Luciano Ricceri e i costumi di Cristina Da Rold. Sul podio la “bacchetta Pucciniana”   Valerio Galli apprezzato e raffinato  interprete dei capolavori pucciniani   che a Torre del Lago ha visto il suo debutto.  Per la Bohème un cast  d’eccezione e vedrà la voce impareggiabile di Daniela Dessì  nei panni di Mimì, mentre  Fabio Armiliato sarà  Rodolfo, Alessandro Luongo Marcello e Musetta Alida Berti.

 Puccini 2.0 Il Trittico

Da sempre il Festival Puccini dedica grande attenzione ai giovani che hanno la possibilità di prepararsi nel contesto di un Festival che richiama pubblico da tutto il mondo. Alla messa in scena di Il Trittico Pucciniano, tre atti unici Il Tabarro, Suor Angelica e Gianni Schicchi  che torna nel Teatro di Puccini dopo 40 anni  di assenza la Fondazione Festival Pucciniano ha finalizzato  l’Accademia di Alto perfezionamento per voci pucciniane 2014 oltre al  Concorso per l’affidamento del progetto di Regia, Scene e Costumi.  Giovanti cantanti che dopo la preparazione, saranno protagonisti dell’opera e  avranno la possibilità di vivere una grande esperienza professionale a fianco di grandi artisti Amarilli Nizza nei tre ruoli femminili, Alberto Mastromarino nel ruolo di  Michele e il grande Rolando Panerai nei panni di Gianni Schicchi.   Lo spettacolo sarà messo nell’Auditorium Enrico Caruso.   Sul podio a dirigere l’ Orchestra  ed il Coro del Festival Puccini il maestro Bruno Nicoli. Con la   proposta  innovativa   del  progetto Puccini 2.0     la Fondazione ha    scelto poi di affidare  regia,   scene e  costumi de Il Trittico con una selezione pubblica.  Ad aggiudicarsi    il Bando  per l’ideazione dell’opera è stata la proposta di un  gruppo  di donne guidata dall’arch. Monica Bernardi che ha firmato le scene, con lei Carla Conti Guglia assistente alla scenografia e ai costumi, Selene Farinelli per il progetto di regia di Il Tabarro, Vittoria Lai e Giorgia Guerra per la regia di Suor Angelica, Elena Marcelli per la regia di Gianni Schicchi e Lorena Marin per i costumi.

L’incompiuta Turandot

Il cartellone interamente pucciniano prevede in agosto 5 rappresentazioni di  Turandot , titolo che si avvia a diventare una proposta costante  del Festival di Torre del Lago, uno spettacolo irrinunciabile per il pubblico di tutto il mondo per l’emozione unica di ascoltare la celebre aria Nessun Dorma sotto il cielo stellato del Festival Puccini

Per la 60ma edizione, Regia, scene e costumi saranno affidati ad un eclettico artista, cresciuto professionalmente a Torre del Lago,  Angelo Bertini, al suo debutto alla regia.

La bacchetta sarà affidata ad un direttore di sicura esperienza, già direttore artistico del Festival Puccini, Marco Balderi . Nel ruolo della principessa di gelo due straordinarie interpreti, la grande  Giovanna Casolla e la bravissima  Lise Lindstrom, Calaf il tenore  intenso e drammatico, Walter Fraccaro  mentre   Serena Farnocchia sarà  Liù.