Madama Butterfly

Madama Butterfly

Info

Dopo le tournée spagnola la Madama Butterfly con regia, scene e costumi di Renzo Giacchieri, coprodotta dal Teatro ABAO di Bilbao (Spagna), torna sulle rive del Lago. 

A dirigere l’orchestra, un  giovane e bravo direttore, Francesco Ivan Ciampa, conosciuto dal pubblico di Torre del Lago per essere stato in passato e per più volte assistente del Maestro Daniel Oren assestando, grazie anche all’ottima scuola, un gesto sicuro nell’orchestrazione e nella direzione dei validi professori dell’orchestra del Festival Puccini.

Trama

Madama Butterfly è un’opera in tre atti (in origine due) di Giacomo Puccini, su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, definita nello spartito e nel libretto “tragedia giapponese” e dedicata alla regina d’Italia Elena di Montenegro. La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro alla Scala di Milano, il 17 febbraio 1904, della stagione di Carnevale e Quaresima.

Atto primo

A Nagasaki, inizio ‘900 il tenente Pinkerton, della marina statunitense, si appresta a sposare Ciocio-san, una quindicenne che egli ha “acquistato” grazie ai servigi del sensale Goro. Pinkerton si vanta della sua immoralità anche al cospetto del console americano Sharpless (“Dovunque al mondo lo Yankee vagabondo”), maliziosamente parla della adolescente che gli spetta e che intende sposare secondo la legge giapponese, cioè col diritto di ripudiarla in qualsiasi momento per unirsi in matrimonio con “una vera sposa americana”. Cio-cio-san è teneramente innamorata di Pinkerton (“Ieri son salita tutta sola in secreto alla Missione”) e per lui patisce la maledizione dello zio bonzo che l’accusa di aver rinnegato la religione e le usanze degli avi. Il rito viene celebrato. In preda a lascivo desiderio Pinkerton si unisce a Cio-cio-san, da tutti chiamata Madama Butterfly. (“Bimba dagli occhi pieni di malia”).

Atto secondo (Atto secondo parte prima)

Pinkerton è partito con la promessa di tornare in primavera. L’ancella Suzuki è incredula ma Butterfly è fiduciosa (“Un bel dì vedremo”). L’ufficiale americano, invece, nel frattempo ha sposato Kate, una donna americana e ha scritto a Sharpless perché questi prepari Cio-cio-san ad affrontare la realtà allorché egli giungerà con la sua sposa. Goro intanto propone nuovi mariti a Butterfly tra cui il ricco e nobile Yamadori, ma la donna li respinge ritenendosi sposa fedele di Pinkerton e mostra al console il figlio nato dal matrimonio col tenente americano, il quale è ignaro (“Che tua madre”). La nave di Pinkerton approda e Butterfly la scorge e corre felice ad accogliere quello che ritiene ancora essere il suo sposo, esorta Suzuki perchè disponga le cose per l’accoglienza (“Scuoti quella fronda di ciliegio”), adorna la casa di fiori ( “Gettiamo a mani piene”), indossa l’abito nuziale e si mette in attesa del consorte (coro a bocca chiusa).

Atto terzo (Atto secondo parte seconda)

Butterfly ha atteso tutta la notte invano. Giunge Pinkerton con Kate e manifesta l’intenzione di prendere con sè il bambino, guarda la casa dove ha vissuto con Cio-cio-san e con un misto di tenerezza, rimpianto e disgusto si allontana (“Addio, fiorito asil”). Sharpless consiglia Cio-cio-san di affidare il bambino ai Pinkerton (“Io so che alle sue pene”) ed ella , in lacrime, acconsente poi, desolata si prepara a togliersi la vita, abbraccia il figlio (“Tu, tu, piccolo Iddio”), e si suicida con un pugnale; Pinkerton torna mostrando un pentimento ormai tardivo.

da Wikipedia

Galleria Fotografica

Date Spettacolo


Cast


Cio Cio SanDonata D’Annunzio Lombardi (1, 22 agosto)
Silvana Froli (8, 14 agosto)
Anna Maria Stella Pansini (29 agosto)
F. B. Pinkerton Stefano Secco (1 Agosto)
Leonardo Caimi (8, 22 Agosto)
Mirko Matarazzo (14, 29 agosto)
SharplessAlberto Mastromarino (1, 8, 14, 22 Agosto)
Raffaele Raffio (29 agosto)
SuzukiLaura Brioli (1, 8, 14 Agosto)
Mariella Guarnera (22, 29 Agosto)
Goro Nicola Pamio
Yamadori Pedro Carrillo
Lo Zio Bonzo Angelo Nardinocchi (1, 8, 14, 22 agosto)
Davide Mura (29 agosto)
Il Commissario ImperialeStefano Marchisio
L’Ufficiale del registroMatteo Nardinocchi
Kate PinkertonMarika Spadafino
La madreDonatella De Caro
La ZiaAnna Russo
La CuginaGelsomina Troiano
YakusidèRoberto Ferraro

Allestimento


Direttore d’orchestraFrancesco Ivan Ciampa
Regia, scene, costumi e luci Renzo Giacchieri
Aiuto registaLuca Ramacciotti
Light DesignerValerio Alfieri

Coproduzione con ABAO OLBE Associación Bilbao de Amigos de la Ópera

Orchestra del Festival Puccini
Coro del Festival Puccini
Maestro del Coro Francesca Tosi