Auditorium Enrico Caruso del Gran Teatro Giacomo Puccini
Torre del Lago Puccini – 18 aprile 2018 ORE 21

Lo stallo
spettacolo di Teatro-Canzone dedicato a Sandro Luporini
incontro con il pittore poeta

uno spettacolo di David Riondino
con David Riondino, Chiara Riondino e la partecipazione dei KhoraKhane

Ho raccolto Frammenti di vita di Sandro tra memorie e rare interviste; la complessità della persona e l’importanza delle sua attività artistica è difficilmente rappresentabile con le pa-role : bisogna guardare i suoi quadri e ascoltare con attenzione le canzoni. Sandro ha inventato, insieme a Gaber, il TEATRO CANZONE; quello strano connubio fra musica, poesia e rac-conto che ha caratterizzato una forma di spettacolo / comuni-cazione di assoluto rilievo. (David Riondino) Uno spettacolo tra musica e parole.

Protagonisti David Riondino accompagnato dalla sorella Chiara e dai KhoraKhane’

Una Produzione Pier Luigi Stefani MPL Communication – DSI Records

Studente di ingegneria all’università di Pisa, nel 1953 abbandona gli studi per dedicarsi alla pittura e si trasferisce a Roma. Nel 1956 è a Milano e partecipa a varie mostre assieme ai pittori della Galleria Bergamini, prendendo parte agli eventi del realismo esistenziale. Abita nello stesso quartiere di un giovane cantautore: Giorgio Gaber.
« È stata una cosa molto casuale, nel senso che abitavamo vicini a Milano. Frequentavamo lo stesso bar. Me l’hanno presentato dicendo che lui faceva il cantante, io facevo il pittore. Così sono andato a vedere le sue esibizioni e lui è venuto a vedere i miei quadri. Siamo diventati amici. Mi ricordo di aver trovato un ragazzino che aveva diciannove anni, magro come un chiodo, e sono andato ad ascoltarlo. Cantava il rock in inglese, non capivo niente però rimasi folgorato dall’energia che aveva addosso. Siamo diventati molto amici, poi ci siamo frequentati spesso. A un certo punto, frequen-tando il nostro studio (avevo uno studio con altri amici pittori), passavamo le giornate a parlare. Un bel giorno mi ha detto: “Ma perché non proviamo a scrivere qualcosa insieme?” e così abbiamo cominciato i primi tentativi che restarono nel cassetto, perché erano un po’ stravaganti e non tanto commerciali. Lui allora si esibiva ancora attraverso i canali normali, la televisione per intendersi. Quindi all’inizio è stato solamente un gioco, proprio un gioco.

Biglietti:
Posto unico non numerato: intero €16, ridotto (under 30, over 65 gruppi organizzati) €11

Prenota subito il tuo biglietto 0584 359322