Domenica 24 luglio si inaugura a Bayreuth l’originale Mostra Puccini a Bayreuth

Una Mostra nata dalla collaborazione tra Fondazione Festival Pucciniano, Puccini Museum di Lucca  e Archivio Ricordi. Speciale evento promozionale congiunto nel nome di Puccini al festival Wagner di Bayreuth

Sarà inaugurata domenica 24 luglio la Mostra Puccini a Bayreuth organizzata da Steingraeber produttore tedesco,  leader mondiale nella costruzione  di pianoforti e dalla Fondazione Festival Pucciniano in collaborazione con Puccini Museum di LuccaArchivio Ricordi.

La Mostra fortemente voluta da Udo Schmidt-Steingraeber, titolare di una delle fabbriche più prestigiose per la  produzione di pianoforti,  è ospitata nello storico  Palazzo del Margravio oggi  sede di Steingraeber nel pieno centro della cittadina bavarese. Una mostra originale che  racconta del rapporto tra Puccini e Wagner e del viaggio che il maestro fece nell’estate del  1889.  Puccini, da sempre grande estimatore del compositore tedesco  che certamente influenzò gli esordi del compositore toscano si recò a  Bayreuth, insieme al direttore Faccio e allo scenografo Hohenstein, inviato da Giulio Ricordi,  con l’incarico di adattare i Maestri Cantori di Wagner. A Bayreuth Puccini assiste ai Maestri cantori e al Parsifal diretto da Hermann Levi. Del rapporto tra Puccini e Wagner racconta la Mostra, con alcuni materiali originali ed esclusivi che documentano  il lavoro fatto da Puccini per il Teatro alla Scala per la messa in scena delle prime wagneriane.

La Mostra Puccini a Bayreuth sarà anche l’evento di inaugurazione del Festival Wagner e rappresenta una importante vetrina di promozione per le iniziative culturali che Viareggio, Torre del Lago e Lucca organizzano nel nome del Maestro. Durante l’intera durata della mostra, sino a novembre saranno distribuiti a tutti i visitatori materiali promozionali del Festival Puccini e del Puccini Museum. Una interessante vetrina per far presentare, congiuntamente, le attività che Lucca e Viareggio organizzano nel nome di Puccini

All’inaugurazione della Mostra un concerto del pianista e compositore toscano Sandro Ivo Bartoli, con la straordinaria novità dell’esecuzione dell’ Opera omnia per pianoforte di Giacomo Puccini. E brani del repertorio wagneriano.